METODOLOGIA PANCAFIT tecniche riabilitaTIVE

interventi terapeutici per il benessere corporeo

fisioterapia

La fisioterapia è una branca della medicina che si occupa della prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione dei pazienti affetti da patologie o disfunzioni congenite o acquisite in ambito neuro-muscolo-scheletrico e viscerale attraverso molteplici interventi terapeutici, quali: terapia fisica,posturale, occupazionale, manuale/manipolativa, massoterapia, chinesiterapia, etc.

La fisioterapia è praticata dal fisioterapista, professionista laureato appartenente alla classe delle professioni sanitarie della riabilitazione, ed esercita le proprie funzioni con competenza e autonomia professionale, in autonomia oppure in contesto di equipe multidisciplinare insieme a medici specialisti e/o ad altre professioni sanitarie.

Il fisioterapista assiste il paziente nel recupero funzionale per quanto concerne le menomazioni e le disabilità motorie di ogni tipo.

Applica quindi all'interno di un programma terapeutico da lui diretto e controllato, le tecniche di base e speciali di esercizio terapeutico e di rieducazione funzionale, le metodiche massoterapiche, la fisioterapia strumentale.

METODOLOGIA PANCAFIT:

Si tratta di un metodo che prende in esame la persona nel suo insieme, osservando attentamente la postura ed ogni segnale che il corpo evidenzia oppure che ha nascosto in modo “intelligente” o subdolo.

Si ricercano i traumi fisici passati, le cicatrici, gli interventi chirurgici, le malocclusioni, le componenti psicosomatiche che hanno lasciato un segno profondo, le componenti genetiche, le interazioni di carattere biochimico-alimentare, l’aspetto culturale, etc, per poi intervenire in modo mirato.

Questa metodica agisce sulla parte fisica della persona grazie all'utilizzo di Pancafit®, un attrezzo che agendo sulle catene muscolari, fasciali e connettivali permette l’ALLUNGAMENTO MUSCOLARE GLOBALE DECOMPENSATO; nel contempo si agisce anche in direzione dello sblocco del diaframma attraverso tecniche respiratorie particolari, arrivando in questo modo ad agire indirettamente anche sulla componente emozionale.

In questo modo moltissimi dolori e patologie osteomuscolari ottengono grandi benefici o addirittura scompaiono per esempio: cervicalgie, dorsalgie, lombalgie, lombosciatalgie, tendiniti, borsiti, pubalgie, radicoliti, epicondiliti, tunnel carpale, periartriti, fibromialgie, protrusioni discali, ernie discali, ernie jatali, processi artrosici alla colonna, coxartrosi, gonartrosi; molto efficace sulle ipercifosi, iperlordosi, scoliosi.

La metodologia Pancafit® agisce sulle retrazioni muscolari, che sono un processo di “fibrotizzazione” della componente fibrotica connettivale e della componente fasciale, che imprigionano i sarcomeri (unità contrattile del muscolo).

Tale “fissità” o “intrappolamento muscolare" avviene sempre nella direzione del muscolo in chiusura, in direzione del raccorciamento, determinando nel tempo una condizione di accorciamento muscolare che risulta irreversibile, a meno che non si ricorra all'ausilio di una tecnica ad azione globale decompensatoria.

Questa condizione è ciò che rappresenta il termine “retrazione”.

Share by: